ZEST con arrosticini abruzzesi di pecora

800 grammi di carne di pecora
Olio Extra Vergine di Oliva
Rosmarino fresco

Preparazione che, nella sua semplicità di piatto unico dei pastori abruzzesi, diventa
quasi complicata da eseguire nelle nostre case condominiali di città.
Innanzitutto per la materia prima, la carne di pecora, incredibilmente difficile da trovare
dal nostro macellaio che propone in bella vista filetto di manzo argentino e Sirloin steak
scozzese. Se comunque non riuscirete a reperire la pecora potete ripiegare su un più
disponibile castrato, che ridurrete con maestria e lavoro di coltello in piccoli cubetti da un
centimetro di lato.
Infilzate i cubetti su piccoli spiedini e spennellateli di olio usando come pennello un rametto di rosmarino fresco.pastore avrebbe depositato tutto sul suo braciere sempre pronto…voi, se non avete a disposizione un barbecue, potete addirittura ripiegare sul vostro forno caldissimo fino ad una cottura molto avanzata.
Unico obbligo: servite immediatamente gli arrosticini, ancora bollenti , salandoli al momento ed accompagnandoli a fette di pane casareccio bruschettato con abbondante olio.